Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari
Condividi

Casi Giudiziari

Allontanarsi pochi minuti senza timbrare: condanna del dipendente infedele

Casi Giudiziari

L’essersi allontanato dal posto di lavoro, anche solo per pochi minuti, non giustifica il dipendente pubblico che non timbra il cartellino. Lo ha statuito la Seconda Sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n 25781/2012, affermando che le assenze non giustificate dall’ufficio, anche se brevi, sono da censurare non tanto per il danno economico cagionato all’ente, in questi casi spesso davvero modesto, quanto per la violazione dei doveri del dipendente pubblico, che è tenuto ad esercitare le sue funzioni con disciplina ed onore.

Questo il caso di alcuni dipendenti della Soprintendenza per i beni culturali della Regione Sicilia, condannati dalla Corte d’Appello di Palermo a tre mesi di carcere per truffa aggravata perché beccati, durante alcuni controlli, assenti ingiustificati dal posto di lavoro. A nulla è valsa la difesa degli imputati, che aveva puntato tutto sull’inoffensività della condotta, essendosi questi allontanati dall’ufficio solo una volta ciascuno e per non più di mezz’ora. Specifica la Corte, infatti, che la deduzione difensiva, nel senso di rinvenire nella fattispecie la figura del reato impossibile per il modestissimo periodo di tempo di assenza dall’ufficio, omette di rilevare che la condotta si inquadra nel contesto del servizio pubblico e non può essere circoscritta solo al danno economico, seppur modesto, cagionato all’ente. Questo perché – sentenziano i Giudici di Legittimità – la violazione del dovere del dipendente pubblico in funzione dell’adempimento delle sue funzioni e del suo servizio con disciplina ed onore, specie in un contesto che segnala molteplici manifestazioni di abitudini distoniche ai doveri istituzionali, non può certo depotenziarsi a tal punto da poterlo ritenere del tutto inoffensivo.

 

 

 

Ti scippano mentre vai al lavoro? L'assicurazione deve risarcire: il caso di una perugina

Casi Giudiziari

Lo scippo subito nel tragitto casa-lavoro rappresenta un "evento imprevedibile ed atipico", che, se procura danni al lavoratore, dà diritto al risarcimento. Questa la decisione della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, che è stata chiamata a giudicare del caso di una lavoratrice di Perugia, che aveva chiesto di essere risarcita per l'infortunio accadutole sulla strada del rientro a casa a seguito di una aggressione avvenuta a fini di scippo, a seguito della quale aveva riportato varie lesioni. 

Leggi tutto...

 

G8 Genova: condannati i vertici della Polizia

Casi Giudiziari

Sono state confermate le condanne per falso aggravato inflitte agli alti funzionari di polizia coinvolti nei fatti di violenza avvenuti alla scuola Diaz di Genova il 21 luglio 2001, quando vennero arrestati e poi prosciolti oltre 60 feriti e 93 arrestati, tra i quali molti giovani stranieri. Il blitz alla scuola Diaz-Pertini, dove alloggiavano manifestanti antiliberisti giunti nel capoluogo ligure per le manifestazioni contro il G8 del 2001, avvenne nella notte tra il 21 e il 22 luglio, il giorno dopo la morte di Carlo Giuliani. All’operazione presero parte centinaia di poliziotti, e nessuno è mai stato in grado di fornirne il numero esatto, dato che – come è emerso ai processi – molti agenti e funzionari si aggregarono spontaneamente al contingente.
Oggi la Corte di Cassazione, ha reso definitive la condanna a 4 anni inflitta a Giovanni Luperi e Francesco Gratteri, quella a 5 anni per Vincenzo Canterini, nonché le pene, pari a 3 anni e 8 mesi, inflitte a Gilberto Caldarozzi, Filippo Ferri, Fabio Ciccimarra, Nando Dominici, Spartaco Mortola, Carlo Di Sarro, Massimo Mazzoni, Renzo Cerchi, Davide Di Novi e Massimiliano Di Bernardini.

Leggi tutto...

 

Più tutela per chi è investito da un’auto pirata

Casi Giudiziari

 Prosegue il lavoro della giurisprudenza volto a massimizzare la tutela di chi rimane vittima dei pirati della strada, questa volta statuendo che l’incompletezza della denuncia non può condizionare la domanda di risarcimento del danno derivante da sinistro stradale. In più occasioni la giurisprudenza di legittimità ha, infatti, statuito che, in caso di azione proposta per il risarcimento dei danni nei confronti dell’Impresa designata dal Fondo di Garanzia per le vittime della Strada, la prova che il danneggiato è tenuto a fornire per dimostrare che il danno sia stato effettivamente causato da veicolo non identificato, può essere offerta mediante la denuncia o querela presentata contro ignoti alle competenti autorità, tuttavia senza automatismi, essendo il giudice libero di riconoscere o meno il pregiudizio sofferto, pur in presenza di tale denuncia.

Leggi tutto...

 

I disabili hanno diritto all'ascensore nel condomino, anche se i vicini dicono di no

Casi Giudiziari

Il diritto all’abitazione dei condomini disabili prevale sul fastidio sopportato dagli altri. Questo il senso di un recente pronunciamento della  Cassazione, che con la sentenza n. 2156/2012, torna a ribadire un principio ormai cristallizzato: ciascuno dei partecipanti alla cosa comune può servirsene, con facoltà di apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della stessa, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri di farne parimenti uso secondo il loro diritto.

Leggi tutto...

 

Anche la luna di miele può essere risarcita

Casi Giudiziari

Un viaggio di nozze pieno di disservizi si trasforma in una vacanza rovinata e deve essere risarcito. Lo ha stabilito la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 7256/2012, che ha ritenuto legittimo il risarcimento danni riconosciuto ad una coppia della capitale che nel Luglio 2003 aveva organizzato il viaggio di nozze nella Polinesia Francese con tappa di rientro a Los Angeles, rivelatosi un inferno. Nello specifico il  tour operator aveva fatto soggiornare gli sposini su un isolotto sperduto, anziché sull’atollo previsto; il costo delle camere, inoltre, non era stato calcolato per unità abitativa, ma per persona, così da non rispettare il rapporto qualità-prezzo previsto.
Non si tratta di una semplice vacanza rovinata , puntualizzano gli Ermellini: la luna di miele non andata a buon fine deve essere risarcita data la sua “irripetibilità”. Negli altri casi, infatti, per ottenere il risarcimento da vacanza rovinata si deve superare la “soglia minima di lesione”, non necessaria in questo caso, ove la ragione del viaggio privilegia la tutela risarcitoria richiesta e esime il richiedente dalla predetta dimostrazione.

 

Lo Stato non paga? Pignorano Equitalia

Casi Giudiziari

Le parti si invertono e l’ odiata e tanto denigrata Equitalia diviene oggetto di un’azione di pignoramento.Lo stesso strumento giuridico che la società di riscossione utilizza per riscuotere i crediti del fisco presso i contribuenti, ora viene impiegato contro lo Stato attraverso Equitalia da due cittadini, stufi di attendere all’infinito il pagamento della somma dovuta e riconosciuta proprio dallo Stato come indennizzo.
È il caso di due pazienti trentini rimasti vittime di un’infezione nosocomiale, a seguito della quale avevano intrapreso una battaglia legale contro il Ministero della Salute per vedersi indennizzati di tutti i danni sofferti. Una battaglia durata oltre 10 anni e che, nonostante l’epilogo vittorioso, sembrava destinata a trascinarsi per uguale periodo, a causa del protrarsi della morosità dello Stato che continuava a non pagare. Una bella beffa per uno dei richiedenti, morto prima  di  vedere un euro di indennizzo e oggi rappresentato dai suoi eredi.

Leggi tutto...

 
Altri articoli...
Articoli Correlati
Casi Giudiziari
Immagine
Il dipendente perde le staffe? Niente licenziamento

La reazione "forse scomposta" ma "comprensibile" del dipendente che ha subito un provvedimento ingiusto non può dar luogo al licenziamento, in quanto non rompe il vincolo fiduciario con l'azienda. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 27053/2013, respingendo il ricorso dell'Agenzia delle entrate contro un proprio dirigente... Leggi tutto...
L'Indiscreto

Ultimi Video

L'Analisi
Immagine
USL Umbria 1. Campagna di vaccinazione 2016/2017

Riceviamo e pubblichiamo la nota USL Umbria 1 sulla campagna di vaccinazione 2016/2017    Sebbene alcuni sintomi pseudo-influenzali abbiano già costretto a letto alcuni umbri, è nel mese di dicembre che il vero virus dell'influenza epidemica stagionale inizierà a colpire la popolazione con un picco previsto, come al solito... Leggi tutto...
L'Intervista
Immagine
Torna il "Mercoledì Rock", ne parliamo con lo Staff Roghers

Ancora pochi giorni e il prossimo 22 ottobre riprenderà il tanto atteso appuntamento con il "Mercoledì Rock" del 100dieci Cafè di Perugia, promosso dallo Staff Roghers. Un evento fisso settimanale che, nelle scorse edizioni, ha registrato un continuo sold out. Ne parliamo con due degli organizzatori, Luca Rovito e... Leggi tutto...

Contatta la Redazione

* Tutti i campi sono obbligatori
1. Nome: *
2. E-mail: *
3. Messaggio: *
 
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video
Diritto e Rovescio
News Libri
Immagine
50 poesie. La presentazione al Teatro di Figura

Al via sabato 29 ottobre lle ore 18 presso il Teatro di Figura di Perugia la presentazione del libro 50 poesie di Nicola Castellini (Bertoni Editore).... Leggi tutto...

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE