Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari Sono comunque usurari gli interessi di mora che superano il tasso soglia
Condividi

Sono comunque usurari gli interessi di mora che superano il tasso soglia

Casi Giudiziari

Anche gli interessi di mora, come quelli dovuti per omesso o ritardato pagamento di un mutuo ipotecario, possono superare la soglia antiusura e quindi essere dichiarati illegittimi e soggiacere alle note conseguenze, civili e penali. Così si è espressa una recente sentenza della Corte di Cassazione (sent. 350/2013) relativamente al caso di una donna che aveva acquistato la propria casa con un contratto di mutuo ipotecario e che ne aveva denunciato l’illegittimità per aver gli interessi superato la soglia del tasso usurario.  Osservano i giudici di legittimità che il riferimento, contenuto nell’art. 1, comma 1, del decreto legge 394 del 2000 (disposizioni in materia di usura), agli interessi “a qualunque titolo convenuti” rende plausibile – senza necessità di specifica motivazione – l’assunto secondo cui il tasso soglia riguarda anche gli interessi moratori. Perciò, stabilisce ora la sentenza 350, ai fini dell’applicazione dell’art. 1815 (non debenza degli interessi usurari) cc e dell’art. 644 cp (punibilità del reato di usura) si considerano usurari gli interessi che superano il limite stabilito nella legge al momento in cui sono promessi o comunque convenuti a qualunque titolo e, quindi, anche a titolo di interessi moratori.

 
 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE