Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari Sì al risarcimento dei nonni anche se non conviventi
Condividi

Sì al risarcimento dei nonni anche se non conviventi

Casi Giudiziari

I nonni hanno diritto ad essere risarciti della perdita del nipote, avvenuta a causa di un incidente stradale, anche se non convivevano con questo. Lo ha stabilito una recente sentenza della Corte di Cassazione (Sez. III Civ. 11.07.2013 n. 29735) che, discostandosi da un altrettanto recente orientamento, ha ritenuto la convivenza non essere un elemento dirimente per la fondatezza della richiesta risarcitoria; attribuire a tale situazione un rilievo decisivo – specificano gli ermellini - porrebbe ingiustamente in secondo piano l’importanza di un legame affettivo e parentale la cui solidità e permanenza non possono ritenersi minori in presenza di circostanze diverse, che possano consentire una concreta effettività del naturale vincolo nonno-nipote. Ciò potrebbe essere una frequentazione agevole e regolare per prossimità della residenza o anche la sussistenza – del tutto conforme all’attuale società improntata alla continua telecomunicazione – di molteplici contatti telefonici o telematici. A ben vedere, prosegue la Corte, è proprio la caratteristica di un intenso livello di comunicazione in tempo reale che rende del tutto superflua la compresenza  fisica nello stesso luogo per coltivare e consentire un reale rapporto parentale. E ciò deve intendersi realistico tanto per i nonni verso i nipoti quanto per i genitori verso i figli che lavorano o studiano in altra città o all’estero.

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE