Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari Alcoltest inutile se non c’è l’avviso di nomina del difensore
Condividi

Alcoltest inutile se non c’è l’avviso di nomina del difensore

Casi Giudiziari

In caso di sottoposizione del conducente ai test per il rilievo del tasso alcoolemico, l’agente accertatore deve avvertire l’indagato della facoltà di farsi assistere dal difensore; in caso contrario la nullità che ne deriva potrà essere rilevata d’ufficio dal Giudice. Lo ha stabilito la quarta Sezione Penale della Cassazione con la recente sentenza del 17 ottobre scorso  n. 42667, specificando che la  nullità derivante dall’omesso avviso all’indagato da parte della polizia giudiziaria che procede ad un atto urgente ed indifferibile, qual è la sottoposizione all’alcoltest, della facoltà di farsi assistere da un avvocato, è sì di natura intermedia, ma se la parte decade dalla possibilità di eccepirla ai sensi dell’art. 182 comma 2 c.p.c., la nullità non è automaticamente sanata, in quanto il giudice ha comunque il potere di rilevarla d’ufficio. Sembra, dunque, aprirsi un varco a favore dei conducenti indisciplinati. Tuttavia, se l’imputato ha  la possibilità di sollecitare il magistrato all’esercizio dei suoi poteri officiosi, non per questo vi sarà l’obbligo del rilievo della nullità, tant’è che l’omessa sua declaratoria non sarà sindacabile.

 
 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE