Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari Pedone investito: la colpa continua ad essere prerogativa esclusiva del conducente, o quasi
Condividi

Pedone investito: la colpa continua ad essere prerogativa esclusiva del conducente, o quasi

Casi Giudiziari

Il conducente di un veicolo, oltre a rispettare le norme generiche di prudenza imposte dal codice della strada, ha l'obbligo di prevedere le eventuali imprudenze e trasgressioni degli altri utenti della strada nel tentativo di superarle. Chiaro ed inequivocabile il principio sancito dalla Suprema Corte con la recente sentenza n. 33207/2013, con la quale è stato respinto il ricorso di un uomo leccese condannato, sia in primo che in secondo grado, per omicidio colposo per aver investito, cagionandone la morte, un pedone. Secondo la Cassazione, fermo restando l'obbligo primario e generale di comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione, sì da salvaguardare in ogni caso la sicurezza stradale, nei confronti dei pedoni incombe sull'automobilista anche il c.d. obbligo di attenzione nell'avvistamento del pedone di cui all’art. 191 c.d.s.. Specificano gli Ermellini che detto precetto si sostanzia sia nell'obbligo di ispezionare la strada dove si procedere o che si sta per impegnare, sia nell'obbligo di mantenere un costante controllo del veicolo in rapporto alle condizioni della strada e del traffico, che nell'obbligo di prevedere tutte quelle situazioni che la comune esperienza comprende, in modo da non costituire intralcio o pericolo per gli altri utenti della strada, soprattutto dei pedoni. In definitiva, in caso di investimento del pedone, il conducente del veicolo va esente da responsabilità se e solo se sia accertato che la condotta del soggetto investito configuri una vera e propria causa eccezionale, atipica, non prevista né prevedibile, che sia stata da sola idonea a produrre l'evento.
 
    
 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE