Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari In caso di sospetto via libera al controllo della posta elettronica del dipendente
Condividi

In caso di sospetto via libera al controllo della posta elettronica del dipendente

Casi Giudiziari

Il datore di lavoro può controllare le e mail del dipendente in caso di sospetti di eventuali comportamenti illeciti. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 2722/2012, affermando che non costituisce violazione dell’art. 4 dello Statuto dei lavoratori il  controllo della posta elettronica dei dipendenti quando avviene ex post, ovvero a seguito dell’emersione di elementi di fatto tali da raccomandare l’avvio di un’indagine retrospettiva. Nel caso di specie un quadro direttivo di una banca era stato licenziato per giusta causa, per aver divulgato a soggetti esterni all’azienda notizie riservate riguardanti un cliente dell’istituto, così da porre in essere operazioni finanziarie anche a proprio vantaggio. La Corte d’Appello di Brescia, confermando la sentenza di primo grado, aveva dichiarato legittimo il licenziamento del dipendente, rilevando come questi avesse tenuto un comportamento particolarmente lesivo dell’elemento fiduciario sfruttando la propria posizione in azienda. 

La Suprema Corte non ribalta le sorti del lavoratore, ritenendo insussistente la denunciata violazione delle garanzie dello statuto dei lavoratori sui limiti nei controlli a distanza dei dipendenti. Specifica il giudice nomofilattico che l’attività di controllo sulle strutture informatiche aziendali da parte della banca era stato condotto a prescindere dalla pura e semplice sorveglianza sull’esecuzione della prestazione, essendo, invece, diretto ad accertare la perpetrazione di eventuali comportamenti illeciti. Si era trattato, cioè, di un controllo al passato non finalizzato a verificare l’esatto adempimento delle obbligazioni discendenti dal rapporto di lavoro, bensì destinato ad accertare un comportamento che poneva in pericolo la stessa immagine dell’istituto.

 

 

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE