Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari No al danno esistenziale in caso di ingiusta detenzione
Condividi

No al danno esistenziale in caso di ingiusta detenzione

Casi Giudiziari

Il danno esistenziale non può essere indennizzato in caso di ingiusta detenzione. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la recentissima sentenza del 21.02.2012, la n.6879, in ordine alla richiesta di risarcimento avanzata dagli eredi di un soggetto che, condannato al carcere con l’accusa di violenza sessuale commessa ai danni della figlia, era stato poi assolto con formula piena. I familiari avevano denunciato la non congruità dell’importo riconosciuto dalla Corte d’Appello di Palermo (69.000 euro per 275 giorni di carcere), a loro dire non satisfattiva del danno esistenziale patito dal congiunto a causa dell’ingiusta detenzione. Ma la Cassazione conferma la pronuncia della Corte di merito, ribadendo, alla stregua dei giudici palermitani, come il danno esistenziale non possa essere ricondotto nel novero delle voci di danno risarcibili, quali la durata e la modalità della detenzione, lo stato di incensuratezza, la natura e la notevole gravità dell’imputazione e il danno all’immagine e alla vita di relazione. Questi, infatti, devono essere considerati gli unici parametri a cui fare riferimento per “sforare” il  calcolo  matematico imposto dalla normativa.

La riparazione per ingiusta detenzione – si affretta a puntualizzare il giudice nomofilattico – non ha natura di risarcimento del danno, ma di semplice indennità o indennizzo in base ai principi di solidarietà sociale per chi sia stato ingiustamente privato della libertà personale. Diversamente il legislatore avrebbe imposto al danneggiato l’onere di dimostrare sia l’esistenza dell’elemento soggettivo – dolo o colpa – delle persone che anno agito, sia i danni effettivamente sofferti. E ciò con maggiori complicazioni per l’avente diritto. Un criterio di equità, dunque, quello utilizzato dal giudice di merito, che non può, peraltro, essere oggetto di sindacato da parte della Cassazione.

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE