Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari Cinquantenne risarcito dal padre per mancanza d’affetto
Condividi

Cinquantenne risarcito dal padre per mancanza d’affetto

Casi Giudiziari

Ha vinto la battaglia legale condotta contro il padre un cinquantaquattrenne di Catania che aveva richiesto al genitore di essere risarcito per il mancato affetto di cui si era reso responsabile. E così la Cassazione ha riconosciuto il risarcimento danni a favore di un catanese il cui padre, nel 1958, venuto a conoscenza del concepimento di un bimbo da parte della donna con cui aveva avuto una relazione, aveva interrotto ogni rapporto con questa, anche in seguito, di riconoscere il figlio e di mantenerlo.

La Prima Sezione Civile – sentenza n. 5652 del 10.04.2012 – specifica come non possa dubitarsi che il disinteresse dimostrato dal genitore nei confronti di un figlio, protrattosi per lunghi anni e connotato, quindi, dalla violazione degli obblighi di mantenimento, istruzione ed educazione, possa determinare un “vulnus” dalle conseguenze di entità rimarchevole ed anche, purtroppo, ineliminabili, a quei diritti che, scaturendo dal rapporto di filiazione, trovano nella carta costituzionale e nella disciplina internazionale un elevato grado di riconoscimento e di tutela. 

Il Tribunale di Catania, già nel 2006, aveva quantificato tale risarcimento in 25 mila euro, convalidato dai Giudici di Piazza Cavour, e qualificato come l’equivalente dei danni esistenziali patiti nel periodo compreso fra il raggiungimento della maggiore età ed il momento in cui non era più configurabile un obbligo di mantenimento.

 

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE