Get Adobe Flash player
Home Casi Giudiziari Anche la luna di miele può essere risarcita
Condividi

Anche la luna di miele può essere risarcita

Casi Giudiziari

Un viaggio di nozze pieno di disservizi si trasforma in una vacanza rovinata e deve essere risarcito. Lo ha stabilito la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 7256/2012, che ha ritenuto legittimo il risarcimento danni riconosciuto ad una coppia della capitale che nel Luglio 2003 aveva organizzato il viaggio di nozze nella Polinesia Francese con tappa di rientro a Los Angeles, rivelatosi un inferno. Nello specifico il  tour operator aveva fatto soggiornare gli sposini su un isolotto sperduto, anziché sull’atollo previsto; il costo delle camere, inoltre, non era stato calcolato per unità abitativa, ma per persona, così da non rispettare il rapporto qualità-prezzo previsto.
Non si tratta di una semplice vacanza rovinata , puntualizzano gli Ermellini: la luna di miele non andata a buon fine deve essere risarcita data la sua “irripetibilità”. Negli altri casi, infatti, per ottenere il risarcimento da vacanza rovinata si deve superare la “soglia minima di lesione”, non necessaria in questo caso, ove la ragione del viaggio privilegia la tutela risarcitoria richiesta e esime il richiedente dalla predetta dimostrazione.

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE